Indice viaggi
Home Tartagli
Inizio galleria
Agriturismo Poggialberi

 

 

Malta 3 - 8 Aprile 2011

Domenica 3

Si parte da Fiumicino alle 8.05 conn Easyjet in perfetto orario. A Malta arriviamo alle 9.30, Tempo bellissimo e caldo come a Giugno da noi. Ritiriamo la macchina (Aigoo rossa dalla Budget - Avis) e mi metto alla guida xchè Andrea con patente scaduta e con foglio provvisorio che non viene accettato dalla Budget. Mi trovo male con la guida soprattutto nelle rotatorie e agli incroci.
Malta si presenta subito molto bella con paesaggo mare con colori "Isolani". Tutto quasi come la Sardegna. Molti colori con fiori gialli, rossi, blu, bianchi.

Arriviamo in hotel a Qwara foto vicino lla St.Paul bay. Esternamente non è bello, però ingresso e camere piuttosto accoglienti. La piscina annessa è molto bella, con vista mare. foto
Veloce cambio e via x St Paul bay. Si mangia in un chioschetto sul lungomare (io scampi e A. Pork Shop). Il mare sempre molto bello ma troppe costruzioni. Si va alla Golden Bay ma il posteggio è completo (oggi ... domenica). Deviamo per la Gnejna Bay
. Molto bella con rimesse di pescatori dentro le rocce, ma la piccola spiaggia è davvero brutta ed affollata. Poi arriviamo alla Fommirrih Bay. Mozzafiato: acqua smeraldo, rocce di arenaria bianca. Tutto stupendo.

Se non avete voglia di proseguire cliccate qui per tornare ad inizio pagina e quindi al menu.
MA VI CONSIGLIO, PRIMA, di dare uno sguardo qui sotto........
Questo è Poggialberi. Non un Agriturismo ma il posto ideale per rilassarsi dopo un viaggio o dove recarsi per fare mare soggiornando in una tipica Fattoria Toscana. Se vuoi maggiori informazioni clicca sulla fotografia e ti troverai in un vero Paradiso. Per la natura ma anche e soprattutto per l'accoglienza genuina e familiare caratteristica della gente di maremma.

Decidiamo di spingerci più a sud fino alla Dingle Glifts. Rocce a strapiombo sul mare (alte 200 m circa).foto Bello ma non eccezionale. Si torna verso l'hotel ma prima ritentiamo con la Golden bay . Così e così ... anche perchè deturpata da un mega Hotel Radisson, vero pugno alla natura.foto Ma il mare è sempre bellissimo.
Di ritorno a Qwara in hotel troviamo la fila (anche a Malta) dei domenicali che rientrano verso la Valletta. Per tutto il pomeriggio ha guidato A, (anche se contrario al contratto noleggio !) perchè ha avuto compassione della mia difficoltà, soprattutto avendo fatto strade sconnesse, secondarie e strettissime.

Ceniamo al ristorante dell'albergo (sulla piscina) e possiamo vedere la partita vinta dalla Juve sulla Roma (2-0). Qui si abbonano a Sky .
Piuttosto stanchi verso le 22.30 andiamo a letto.

Osservo:-
-
Amina è stata "buona" con i paesaggi che abbiamo visto (soprattutto se il paragone è "quasi come la Sardegna")
CONSIGLIO
Se venite a Malta fate pipì ogni volta che potete e se avete preso un auto a noleggio. Le vibrazioni a causa delle buche (tante, tante) potrebbero tirarvi dei brutti scherzi..

Lunedi 4

Andiamo diretti alla Valletta ma passando da Mosta approfittiamo per vedere la "Rutunda", una chiesa con una cupola grandissima (come o quasi quella del Panftheon) che durante la 2a guerra mondiale fu colpita e "trapassata" da una bomba foto che non esplose . La chiesa in sè vale poco o niente.
Proseguiamo per l' Ipogeo Hal Saflieni nei pressi della Valletta ma non possiamo entrare essendo tutto prenotato fina a i primi di Maggio. Ci accontentiamo di andare a vedere i templi di Tarxien foto foto a poca distanza dall'Ipogeo. Quindi verso il mare per vedere altri siti megalitici di Hagar Rim e Mnajdra.

Il 1° lo abbiamo visto poco, ma il secondo fotolo abbiamo raggiunto dopo una passeggiato di 700 m (prima in discesa e poi .. in salita) . Ne valeva la pena. ambiente bellissimo sulla sfondo di un mare blu e tnti fiori gialli. I 3 templi poi sono affascinanti (datano 3-5000 anni fà)

Di qui proseguiamo a vedere le rocce a strapiombo sul mare a Blu Grotto. Bellezza indescrivibile foto foto . Poi il piccolo porto du Wied ir-Zurrig foto, dentro un pioccolo fiordo. Barche e pescatori coloratissimi. Il colore del mare è azzurro, poi celeste, poi violaceo e non so quanti altri colori ancora..

Poi Ghar LApsi. Altro piccolo porto di pescatori; Bello ma non bellissimo forse perchè appagati da quanto vsto prima.

Ci dirigiamo verso la Valletta: Però ora smetto di scrivere perchè stanca e quindi della Valletta ne parlerò in seguito.

Cena in un locale sul mare proprio di fronte al nostro albergo. Carino ma non soddisfacente

IL MEGLIO : Megaliti di Mnajdra

IL PEGGIO: Il Ghar Lapsi

IL MEGLIO PER RFAPPORTO QUALITA/PREZZO: Il Blu Grotto

L'HOTEL. (a Qwara)
Premettiamo che in genere le categorie degli Hotel Inglesi (e Maltesi) sono generose rispetto alla classificazione italiana salvo alcune eccezioni.
Il Sunny Coast Resort **** si presnta maluccio esternamento e anche per ciò che lo contorna, almeno al primo impatto. Tuttavia all'interno si presenta pulito ed accogliente. Ha una bella piscina con ristorante annesso. Per quanto riguarda la sistemazione mi attendevo peggio. Pensavo ad un monolocale. Invece è un bilocale spazioso, con angolo cucina moderno ma senza lavastoviglie, bagno grande (ma naturalmente senza bidet) e camera letto Ok. Un terrazzino dal quale si vede anche il mare (la descrizione diceva che era interno). Sotto però è meglio non guardare.
Il tutto considerando anche il prezzo di 105€ per 5 notti. Tuttavia.... (vedi poi)

-------------

Oggi ho un po' scassato l'auto (strisciando soprattutto con il corpiruota su una specie di marciapiedi).

Marterdi 5

Sveglia prima delle 7 x correre alla Valletta nel tentativo di prendere i biglietti per visitare domani l'Ipogeo di Tarxien. Operazione riuscita. Gironzoliamo per la Valletta e all'ora di apertura andiamo a vedere i dipinti del Caravaggio nell'oratorio della cattedrale di S.Govanni . La decollazione di S.G. w S.Matteo, due dipinti stupendi e soprattutto il primo (Uno stile Caravaggesco inusuale così come la sua firma sul dipinto, unico caso per Caravaggio) . Chiesa puramenete barocca ma accogliente. Ricchissima naturalmente di stucchi, statue, sarcofaghi dei Gran Maestri dell'Ordinwe e spendida pala d'altare di Mattia Preti (da non tralasciare). M. Preti ha anche affrescato il soffitto e l'abside.
Dopo la cattedrale andiamo a vedere il museo della guerra presso il forte di S:Elmo. Secondo me deludente ma x A. ben organizzato e soddisfacente.
( Il museo si svolge in ordine cronologico e anno per anno, mese x mese, illustra gli avvenimenti più importanti soprattutto della 2a guerra mondiale. Naturalmente (ed è un difetto) illustra soprattutto le azioni e gli avvenimenti che hanno coinvolto gli inglesi. Infatti mi è sembrato che abbia minimizzato se non omesso avvenimemnti come Pearl Harbour, l'invasione della Russia, la guerra nel Pacifico. Carente anche per quanto concerne le fasi finali degli armistizi con Italia, Giappone. Tuttavia qui si possono fare un'idea della querra le generazioni che non l'anno vissuta.)

Si torna a gironzolare per il centro. Tempo ancora molto bello ma mano caldo per vento.
Pranzo in un caffè all'aperto nella graziosa piazzetta della biblioteca (simile alla P.zza in Lucina di Roma ma più piccola) elegante e molto frequentata lungo il Triq della Repubblica foto.
Dopo pranzo si va a Fort Rivella foto verso Vittoriosa (una delle tre città). Visita non soddisfacente perchè molto folcloristica e con guida "... obbligatoria) in inglese.
Soprattutto c'è voluto quasi un'ora per spiegare che gli inglesi per difendersi dalla minaccia di due nuove corazzate italiane attorno al 1900 fecero costrutire 4 grossi cannoni 2 per Gibilterra e 2 per Malta di cui uno è questo che si può "ammirare" qui. Onestamente non comprendendo se non all'1% la spiegazione in inglese potrebbe essere una visita interessante per chi è meno ignorante di me. Comunque è uno dei musei più cari eccetto l Ipogeo)

Si cambia programma e si torna verso casa passando da Mdina.foto Molto graziosa, barocca, e tenuta molto bene. Breve giro a piedi foto consigliato dalla guida e quindi a casa. Mangiamo in casa profittando della cucina.

Spaghetti al suo + Edamer + fragole acquistate per strada. e molto buone

IL MEGLIO : Caravaggio
IL PEGGIO: Fort Rivella
IL MEGLIO in rapporto qualità/prezzo: Caravaggio

-----------------

Abbiamo preso una multa di € 23 per sosta oltre il limite di tempo. Per fortuna il portiere dell'albergo si è preso carico di pagarla dandoci la ricevuta ed evitandoci la ... burocrazia.
Tuttavia .... aggiungo ora qualche nota ulteriore sull'albergo.
A parte la disponibilità del portiere ed il giudizio sostanzialmente positivo già espresso ho notato qualche carenza, preparando da mangiare.
Inaspettatamente abbiamo trovato:
- marmellatine, nescafè, fette di formaggio, un po' di prosciutto cotto, 6 uova, pan carrè ed una bottiglia d'acqua.
Tuttavia a mio parere e forse elimanado alcune delle cose trovate (ma io sono italiano) sarebbe utile trovare
- Tovagliette, tovagliolini di carta, sale e pepe, vassoio e un sotto vassoio o sottopentola. Insomma quelle cose che se ne deve acquistare una tonnellata per utilizzarne 1 grammo
(1 Kg di sale per pochi grammi nell'acqua della pasta). Non ci starebbe male anche una moka che mi pare non ci fosse.

CURIOSITA': Da queste parti l'espresso normale costa attorno ad 1. Ma se lo volete lungo c'è un supplemento (nel nostro hotel rispettivamente 1.20€ e 1.25€. Per non parlare del caffè macchiato.

BENZINA (fatte 15€ al costo di € 1.30/l con prezzi fissati dal governo.

RENZO PIANO Anche qui sta arrivando. Infatti è suo il progetto per il nuovo parlamento che dovrebbe essere terminato nel 2013.

INTER . dopo cena siamo andati al bar dell'hotet per vedere l'INTER. Ma abbiamo visto... solo lo Shalke (2-5)

Mercoledi 6

Prima di andare a Paola (la Valletta) per la visita all'Ipogeo andiamo a visitare il museo della aviazione vicino a Rabat. Mi è molto piaciuto.foto
Quasi solo aerei della 2a guerra mondiale. Ci accompagna, fornendoci molti particolari, un volontario che è alla biglietteria. Il tutto ambientato in 3 hangar. Molte foto. Io salgo "alla guida" di un Fiat G91!. Una bella emozione.foto

Quindi andiamo all'Ipogeo. Ieri mattina alle 8.30 eravamo già al Fine Art Museum della Valleta x acquisto biglietti che non avevamo fatto da casa via Internet (ma comunque propbabilmente sarebbe stato tardi perchè avevamo deciso in febbraio-marzo) . Si tratta di una catacomba del 3000 a.c. molto interessante. La visita è ben organizzata. La guida ( un ragazzo di Bergamo (o Brescia ) a Malta con Erasmus) non parla ma ci accompagna in tutti i punti Stop ed un'audioguida punto x punto illustra ciò che vediamo. L'audioguida è disponibile in molte lingue tra cui l'italiano.

Poi ci rechiamo a Marsallok foto. Anche questo paesino di pescatori molto caratteristico. Le barche in porto si chiamano luzzu foto, e sono gtradi e colorati barconi con gli "occhi" di Osiride dipinti sulla prua. Nella baia nel 1989 ormeggiò la nave del summit Garbaciov - Bush senior. Pranzo in modesto locale sul mare a base di pesce (A. cozze alla maltese, io sarago arrosto).
Nel pomeriggio andiamo verso Sleima e st.Juilen che sono i luoghi della movida maltese. Lungomare piacevole foto e abbastamza elegante. Andiamo a salutare gli amici libico-maltesii Serena Ascione. Hanno un elegantissimo ristorante all'interno di una villa signorile sul mare. Molto carini.
Quindi a casa x andare a mangiare nel ristorante dell'hotel, bordo piscina.

IL MEGLIO: l'Ipogeo
IL PEGGIO: marsallok

GLI AUTOBUS. Si parla di "Autobus caratteristici di Malta". A me quelli vecchi (caratteristici) sono apparsi anhe un po' malconci, oltre che vecchi. Sono gialli, sul davanti una porta, strettina, sia per scendere che per salire. Esistono sull'isola anche bus + moderni ma non tanto.

--------------------

Molti maltesi parlano italiano e la seconda lingua è l'inglese.
Curiosità: Se ascoltate un maltese parlare il maltese (prima lingua ufficiale) sentirete molte parole (ed anche brevi frasi) in perfetto italiano (terza lingua non ufficiale che molti parlano e capiscono) La cosa strana è che (lo abbiamo saputo da un maltese) la loro lingua è un misto di Italiano-latino e soprattutto arabo.

------------------------

MARE

Il mare è naturalmente il soggetto più importante di Malta (come per tutte le isole). Tuttavia NON venite a Malta per una vacanza al mare con la famiglia.

Le coste sono molto belle ma al 95% sono scogliose, che più scogliose non si può. E questi scogli sono quasi sempre "ignoranti". Di quelli aguzzi, spugnosi e ruvidi, con appendici appuntite come le guglie del Duomo di Milano: E quelle "spiagge" viste non sono degne di questo nome. Tra l'altro non ben tenute (anche se non si è in stagione). A Gozo sembra ce ne sia una molto bella . Aggiungo ora dopo averla vista che va assolutamente tolto l'aggettivo "molto" ed anche "bella". Soltanto la sabbia ha un colore rosso-ruggine interessante.

TRAFFICO

Il traffico x La Valletta al mattino è stato terribile. Per 20 Km abbiamo impiegato + di 1 ora. Abbiamo preso per la litoranea. Forse la strada interna sarebbe stata una soluzione + felice. Il fatto è che attirnoi alla Valletta ci sono molti agglomeratio con mega costruzioni. Vere colate di cemento sia all'interno che sulla costa.

IPOGEO

Amina ha già detto che all'Ipogeo era tutto prenotato fino a Maggio. Tuttavia a chi non prenota via Internet (anche qui molto in anticipo) si dà la possibilità di visitare l'Ipogeo seguendo questa trafila. IL giorno precedente la visita si deve andare a La Valletta al Fine Art Museum. Occorre andare verso le 8 anche se apre alle 9.30 perchè vengono messi in vendita solo 20 biglietti di cui 10 per giro delle 12 e 10 per quello delle 16. (quindi c'è probabilità di coda). Questi biglietti inoltre non godono di nessun genere di sconti e costano €25 cad. mentre il normale biglietto costa € 20 e nel nostro caso di vecchietti sarebbe stato di € 15. Altra possibilità: attendere all'Ipogeo che qualcuno non si presenti. I gruppi di 10 persone partono ogni ora. Tuttavia il costo è sempre di 25 €.

Giovedi 7

Oggi Gozo. Subito verso i megaliti passando per Xewkija, con la sua Rotunda simile a quella di Malta a Mosta. La chiesa è inguardabile ma la cupola è veramente grande (diametro 64m). Quindi si va a Xaghra per vedere il sito archeologico di Ggantija. Tempio megalitico foto enorme e audioguida (anche in italiano) in posizione fissa davanti al sito piantata in terra con solito audio video telematico.
Poi a vedere la grotta di Calipso (la mitica isola di Ogigia dove Ulisse sarebbe stato prigioniero (bella prigionia) per 7 anni. (Delusione o quasi)
Quindi a Vittoria (ex rabat) la capitale di Gozo. Visita alla Cittadella fortificata foto , pranzo in locale caratteristico (poi abbiamo visto citato anche sulla guida) e poi verso il mare. Dweira non era raggiungibile x lavori stradali. Wlendi paese di pescatori in fondo ad una deliziosa baia. Un po' troppo costruita ma abbastanza bene. Un caffè sul lungomare al sole.
Scogliere di Tà Cenc irraggiungibili per strada troppo dissestata (o non abbiamo trovato quella giusta ?).
Traghetto.

Visita all'Anchor bay foto, bellissima ma occupata dal set cinematografico abbandonato per il film musicale americanom Popeye del 1980 con Roby Williams. Cena a casa e bagagli. Volo tranquillo foto

Costo Aereo 105. Costo auto + incremento casko totale + supero età circa 150€.

FINE